public

Loading...

RP2017

published by Gruppo Rapp. Caritas E.R.

Want to create a visual like this?

Get Started
RP2017
40 anni con i poveri
Dati di contesto
In 40 anni la popolazione è cresciuta, arrivando a poco meno di 350 mila abitanti
La pressione migratoria è all'11%
Dal 2009 al 2015 c’è stata una grossa inflessione a causa della 
crisi economica e dal 2016 si sta finalmente reiniziando a vedere 
la luce
Le politiche, una volta 
assistenzialistiche, ora sono diventate integrate
RP2017
40 anni con i poveri
I 40 anni della Caritas
Le Caritas parrocchiali sono attualmente 54.
La maggior parte si sono costituite negli ultimi 20 anni.
47 hanno un Centro di Ascolto. 
Continue azioni concrete sono state messe in campo in risposta all’emergere delle nuove povertà
Complessivamente
un migliaio sono i volontari e 40 i dipendenti.

Un vero e proprio esercito di pace impegnato ogni giorno nella lotta alla povertà
RP2017
40 anni con i poveri
Caritas Diocesana, Opera Sant’Antonio e Capanna di Betlemme
RP2017
40 anni con i poveri
Diminuiscono le persone
Caritas diocesana: 1.747
(2.403 nel 2004)
Mensa dell’Opera Sant’Antonio:
1.664
(1.708 nel 2007)
Capanna di Betlemme:
659
 (986 nel 2014)
Persone incontrate nel 2017
RP2017
40 anni con i poveri
La povertà estrema ha voce maschile
La povertà estrema colpisce più gli uomini;
la maggior parte ha perso il lavoro, la casa e si è ritrovata  a vivere in strada 
La Mensa,
che nel 2004
 aveva il 42,8% di donne,
nel 2017 ha il 33%
La Caritas
è passata dal 44,3% di presenze femminili del 2004
al 29% del 2017
La Capanna
nel 2008 contava
l’11,8% di donne,
nel 2017 ne ha
il 9,8%. 
RP2017
40 anni con i poveri
Italiani e immigrati
In aumento gli italiani
 (dal 20% nel 2012 al 30% nel 2017)

Soprattutto uomini con età superiore ai 45 anni.
Il calo delle persone incontrate
 è collegabile alla diminuzione 
degli immigrati a partire dal 2014
RP2017
40 anni con i poveri
Principali nazionalità
Forte la presenza dei rumeni,
con però una discesa netta nel 2017
Importante aumento dei marocchini in Caritas e in Capanna 
Negli ultimi anni sia la Mensa che la Caritas registrano
un’elevata diminuzione di ucraini.
La % dei tunisini è rimasta
attorno al 5% sia per la Caritas che per la Mensa, mentre nella
Capanna ha raggiunto il 10% nel 2012
La % dei senegalesi è in tutte le strutture al di
sotto del 5%
La % degli albanesi si aggira attorno al 3%, con un leggero
aumento negli ultimi anni
RP2017
40 anni con i poveri
I dati dei CdA Caritas
Fino al 2010 venivano presi in esame solo 12 Centri di Ascolto (compreso quello della Caritas diocesana).

Gli altri non raccoglievano i dati in modo sistematico e alcuni non erano ancora nati.
L’accompagnamento formativo e il coordinamento da parte della Caritas diocesana hanno permesso lo sviluppo capillare della rete
RP2017
40 anni con i poveri
Diminuiscono le persone
Dal 2002 al 2017 sono oltre 42 mila le persone incontrate
Nel 2017 sono state incontrate 5.238 persone.
Sommando i familiari conviventi, si contano circa 15 mila persone
RP2017
40 anni con i poveri
Il vortice della povertà
Il 63% delle persone che si sono rivolte alle Caritas nel 2017, si erano già presentate in passato
Mediamente ogni persona si è rivolta al CdA 8 volte
RP2017
40 anni con i poveri
Uomini fragili
A partire dal 2014 è aumentato il numero di uomini
Si tratta soprattutto di immigrati tra i 25 e i 44 anni e di italiani tra i 45 e i 64 anni
I percorsi legati all’accoglienza di emergenza sono spesso risultati fallimentari
Cresce la presenza di profughi provenienti da tutta Italia
(circa 300)
RP2017
40 anni con i poveri
Adulti in forte disagio
Tra i giovani
(dai 18 ai 34 anni)
sta crescendo la percentuale femminile
La fascia d’età più colpita dalla
povertà è quella degli adulti
(35-64 anni)
Le famiglie sono coloro che  necessitano urgentemente di politiche nuove e di sostegno
Aumentano gli anziani (65 anni e oltre), soprattutto gli italiani
RP2017
40 anni con i poveri
Italiani in povertà - 1
1.876 italiani, crescono dal 19% del 2002 al 36% del 2017
Gli italiani senza dimora sono il 27,6%  del totale
Il 65% degli italiani è residente nella provincia di Rimini
RP2017
40 anni con i poveri
Italiani in povertà - 2
Uomini e donne hanno in media più di 45 anni
A partire dal 2011 è aumentata la presenza femminile

Nel 2017 è circa il 44%
Uomini celibi e soli

Donne vivono in famiglia
Donne e uomini separati sono ugualmente in difficoltà
RP2017
40 anni con i poveri
Diminuiscono gli immigrati
Gli immigrati residenti nella provincia di Rimini che si sono rivolti alle Caritas sono 1.740
Se ad essi si sommano i familiari conviventi, si tratta di circa 4.300 individui
Nel 2011 erano 5.295, nel 2017 sono 3.310
Sono rimaste le famiglie che ormai considerano come propria patria l’Italia e che vorrebbero continuare a crescere i propri figli qui
RP2017
40 anni con i poveri
Aumentano gli africani
88 nazionalità incontrate nel 2017
Crescono di oltre il 5% i Paesi africani (46%)
Netta diminuzione dei Paesi europei (sono il 47%)
RP2017
40 anni con i poveri
Aumenta la povertà nelle famiglie
Il 62% sono famiglie di immigrati
Il 72% ha figli minori conviventi
Il 50% ha figli minori conviventi
Le famiglie italiane sono più vecchie
Un terzo delle famiglie dichiara di avere problematiche relazionali all'interno del nucleo
2.500 famiglie nel 2017
RP2017
40 anni con i poveri
I senza dimora
Il 79% sono uomini
Il 25% sono italiani
277 persone hanno l'ultima residenza anagrafica a Rimini
RP2017
40 anni con i poveri
Si può essere poveri anche se si vive in una casa
Il 68% vivono presso un’abitazione
Problemi emersi dai racconti delle persone
Affitti parzialmente in nero
Proprietari di casa che si rifiutano di dare la residenza anagrafica
Condizioni pessime delle case a fronte di affitti onerosi
RP2017
40 anni con i poveri
Il lavoro che non c’è
La disoccupazione è il problema principale
Ci sono anche una cinquantina di persone con profili occupazionali più alti: dirigenti, imprenditori, avvocati, ingegneri, medici, professori di scuola superiore
RP2017
40 anni con i poveri
Gli aiuti da parte delle Caritas della diocesi di Rimini:
8 colloqui annui a 5.238 persone
(42.589 ascolti )
361 pasti al giorno
(131.821 pasti)
68 famiglie aiutate per mandare i figli a scuola
5 interventi  annui a 117 famiglie con neonati
per 4 volte annue 2.400 famiglie hanno ritirato abiti
12 docce annue a 900 persone circa (11.000 docce)
190.000 euro  totali di aiuti economici a 1.700 famiglie
8 pacchi viveri annui a 2.115 famiglie
19 notti per senza dimora; 165 in seconda accoglienza
15 pacchi viveri annui a domicilio a 84 famiglie
RP2017
40 anni con i poveri
Fondo per il lavoro
Creazione di occasioni di occupazione a favore di persone disoccupate particolarmente disagiate
Acli, Zeinta di Borg, Camera di Commercio, Centro per l’Impiego, Centro di Solidarietà della Compagnia delle Opere, Associazioni di categoria, Imprese, Sindacati ed Istituti di Credito
2013
raccolti oltre 500.000 euro
oltre 660 candidature
121 persone occupate in 69 aziende
Diocesi di Rimini, Caritas Diocesana
in collaborazione con: 
RP2017
40 anni con i poveri
#EmporioRimini
Supermercato solidale
475 nuclei familiari
(1.883 persone in totale)

3.449 carrelli della spesa
2016
Prefettura di Rimini, Comune di Rimini, Unione dei Comuni Valmarecchia, Comune di Bellaria Igea Marina, Az.Usl Romagna di Rimini, Piano Strategico Rimini Venture, Madonna della Carità Coop., Volontarimini (al quale afferiscono le associazioni: Rimini Rescue, Mille Passi Solidali, Papillon, Alzheimer Rimini, Lega Italiana Lotta ai Tumori Rimini, Centro di accoglienza alla vita, “Carla Ronci”, Carlo Giuliani, Arcobaleno, Amici dell’ Ecuador, Anipi, l’incontro, I colori del mondo, Donarsi, Arcop, Basta merda in mare), Ass. Opera Sant’Antonio, Ass. Papa Giovanni XXIII, Croce Rossa italiana sez. Rimini, Ass. Istituto per la Famiglia di Rimini, Fondazione di Religione San Paolo San Marino-Montefeltro e le Acli provinciali di Rimini
Ass. Madonna della Carità (capofila del progetto)
RP2017
40 anni con i poveri
Ambulatorio Nessuno Escluso
Distribuzione farmaci e visite mediche
Coordinato dall’Ass. Madonna della Carità grazie alla collaborazione dell’Ass. Anteas, Croce Rossa e Opera Sant’Antonio
2017
88 persone incontrate
205 farmaci distribuiti
58 visite mediche effettuate
RP2017
40 anni con i poveri
Il 5x1000 non ti costa nulla
Destina il tuo 5x1000 a
Caritas Diocesana di Rimini
Indica il codice fiscale di:
Associazione Madonna della Carità
91025300400
Un piccolo gesto un aiuto concreto